Matrimonio - celebrazione dei matrimoni civili presso l'area archeologica

Matrimonio - celebrazione dei matrimoni civili presso l'area archeologica

Ufficio: Servizi culturali e turismo
Referente: Marco De Marco Ufficio Cultura
Responsabile: Patrizia Pasco
Indirizzo: Piazza mino, 24
Tel: 055/5961607
E-mail: ufficio.cultura@comune.fiesole.fi.it
Orario di apertura: MARTEDI' 8.30-12.30 - GIOVEDI' 8.30-12.30 e 14.30-18.30

Descrizione

Per chi desidera un "Matrimonio nella storia’ sarà possibile dirsi “sì” nel magnifico scenario dell’Area Archeologica di Fiesole.

l matrimoni possono  celebrarsi  presso  i seguenti siti:

- A) terrazza antistante il museo archeologico

- B) teatro romano: area delle gradinate e orchestra

Numero massimo dei partecipanti, compreso i fotografi, musici ecc.:

- A) -  150 persone

- B) -  400 persone

 

 

Modalità di richiesta

La     celebrazione      è     soggetta      a     prenotazione,      come     da     MODULO     allegato e la richiesta  in forma scritta, deve essere inoltrata,  nell'interesse  dei coniugi,  da apposita Impresa abilitata all'esercizio dell'attività di "organizzazione eventi''.

 

Per il 2017 i matrimoni potranno essere celebrati da aprile a ottobre in queste date.

 

Per informazioni e accordi sulle date contattare l'Ufficio Cultura al n. 055/5961607

Nota bene:

l'Impresa  richiedente deve avere tra le proprie finalità quelle di svolgimento di attività di organizzazione eventi planner, come risultante dal certificato camerale;

la richiesta è inoltrata dall'Impresa, che è l'unica ed esclusiva referente con l'Amministrazione nella gestione dell'evento, fermo restando ovviamente gli adempimenti strettamente amministrativi di stato civile che devono essere eseguiti personalmente dai nubendi;

è l'Impresa  incaricata dagli sposi che deve proporre l'istanza all'Amministrazione,  prendere   accordi  anche   sui  dettagli   della   gestione   della cerimonia  e, dunque, coordinare  tutti gli altri operatori che debbono  intervenire per la cerimonia  (si pensi ai fiorai, fotografi, musici ecc.), assumendosi la responsabilità per  ogni  eventuale  danno  a persone  o cose,  compresi  i beni presenti  nell'area, anche quelli archeologici;

L'Impresa richiedente deve esibire all'Amministrazione apposita copia dell'assicurazione   RCT, nonché  dell'attestazione   che  la  stessa  sia  in  corso  di validità.

 

 

Documentazione da presentare

Per le pubblicazioni di matrimonio vedi apposita scheda collegata

Iter procedura

 

L'Impresa nel formulare la domanda, indicherà il sito prescelto dagli sposi tra quelli sopra indicati alle lettere A) e B)  secondo un ordine di preferenza.

L'Amministrazione accorderà il sito tra quelli scelti sulla base del criterio dell'ordine cronologico, sia pure tenendo conto di ulteriori  elementi,  quali  possono  essere  il  numero  dei  partecipanti,  la  sicurezza  delle persone  e dei luoghi,  la tutela dei beni archeologici,  la presenza  nell'area di altri eventi culturali owero altre comprovate esigenze che possono evidenziarsi.

Costi

L'importo complessivo  da versare è stabilito in euro 4.000,00.

L'Amministrazione,    entro   20  giorni   dalla   richiesta,   confermerà   la  disponibilità   alla celebrazione nella data e nell'ora presso il sito idoneo nonché, nel caso di indicazione dell'utilizzo della tecno struttura, il consenso all'installazione della stessa.

A seguito  di  quanto  sopra,  è  necessario  effettuare  il pagamento  del 20% dell'importo previsto,      nel   termine    massimo    di    giorni    1O    dalla    ricezione    della    risposta dell'Amministrazione inviando copia dell'avvenuto pagamento.

In mancanza,  l'Amministrazione  potrà procedere ad accogliere eventuali altre prenotazioni o, comunque,  a  considerare  decaduta  la  richiesta  inoltrata,  potendo  destinare  il  sito prescelto ad altre finalità.

Il saldo dovrà eseguirsi  entro 3 giorni antecedenti la data di celebrazione,  inviando copia dell'avvenuto pagamento.

L'importo complessivo  da versare è di euro 4.000,00.

IMPORTANTE

nel caso in cui il matrimonio con rito civile non possa celebrarsi presso l'Area Archeologica  ma debba avere luogo presso il Palazzo comunale (sala del Basolato) o, comunque,  non  si svolga più presso  il Comune  di Fiesole,  l'importo  versato  a titolo di caparra non costituirà oggetto di restituzione.

Non si procederà alla restituzione anche nel caso in cui l'Amministrazione non consenta l'installazione della  struttura temporanea, per ragioni motivate.

 

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *