Impianti per energia da fonti rinnovabili

Impianti per energia da fonti rinnovabili

Ufficio: Edilizia
Referente: Carlo Cadoni; Matteo Piccioli
Responsabile: Responsabile del Dipartimento Urbanistica Arch. Lorenzo Venturini
Indirizzo: Via Portigiani, 3 - 50014 Fiesole
Tel: 055055
Fax: 055 5961252
E-mail: ufficio.urbanistica@comune.fiesole.fi.it
Orario di apertura: martedì (senza appuntamento): 8.30-12.30; giovedì (con appuntamento) 8.30-12.30 e 14.30-17.30.

Descrizione

Impianti per energia da fonti rinnovabili

Requisiti del richiedente

La pratica deve essere presentata dal proprietario o da chi ne abbia titolo in copia unica (che resterà depositata presso l'Amministrazione Comunale) utilizzando l'apposita modulistica

Le procedure autorizzative da seguire per richiedere l'installazione di un impianto per la produzione di energia da fonti rinnovabili, variano in base alla tipologia, alla dimensione e alla sua potenza.
Per le fonti rinnovabili in particolare sono state emanate recentemente nuove norme:
   a) le Linee Guida nazionali sulle fonti rinnovabili (DM 10 settembre 2010) applicate direttamente anche in Toscana a partire dal 2 gennaio 2011;
   b) la Legge regionale 21 marzo 2011, n. 11 "Disposizioni in materia di installazione di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili di energia. Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n.39 (Disposizioni in materia di energia) e alla legge regionale 3 gennaio 2005, n.1 (Norme per il governo del territorio)", entrata in vigore il 24/03/2011;
   c) Il Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n. 28 "Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE", entrato in vigore il 29/03/2011.

La SCIA, la PAS e la Comunicazione preventiva (laddove permesse) tengono luogo delle autorizzazioni energetiche ed edilizie. Se la zona è sottoposta a particolari vincoli (un vincolo paesaggistico o idrogeologico o altro) dovranno comunque essere acquisiti i nullaosta specifici. Per esempio, in caso di impianto da realizzarsi in area con un vincolo paesaggistico, a norma del Dlgs 42/2004, dovrà comunque essere acquisita la relativa autorizzazione paesaggistica.
Attenzione si ricorda che la legge regionale 11/2011 ha stabilito particolari prescrizioni per gli impianti fotovoltaici a terra, in particolare in area agricola o di valore storico-paesaggistico, ovvero le "aree non idonee" all'installazione e le distanze minime dagli altri impianti fotovoltaici.

http://www.regione.toscana.it/-/perimetrazione-aree-non-idonee-all-installazione-di-impianti-fotovoltaici-a-terra

Si riporta il link di collegamento alla pagine predisposta dalla Regione Toscana dove sono riportati i titoli abilitativi necessari in Toscana dal 29 marzo 2011 previste per realizzare gli impianti, divisi per fonti energetica, ed i casi in cui queste sono sostituite con una SCIA (segnalazione certificata di inizio attività ai sensi della LR 65/2014 e LR 39/2005), con una PAS (Procedura Abilitativa Semplificata ai sensi del Dlgs 28/2011) o con una semplice comunicazione preventiva (cosiddetta "attività libera") al Comune.

http://www.regione.toscana.it/imprese/energia/autorizzazioni-rinnovabili

Documentazione da presentare

Per interventi di installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili di energia è possibile utilizzare la seguente modulistica:
- Comunicazione di inizio lavori per attività edilizia libera ai sensi dell'art. 136 comma 2 della L.R. 65/2014 e s.m.i, art. 6 del D.P.R. 380/01 per gli impianti non compresi nei casi di esclusioni di cui all'art. 17 L.R. 39/2005;
- PAS (procedura abilitativa semplificata) ai sensi dell'art. 6 del D.Lgs 28/2011 e s.m.i e ai sensi dell’art. 16bis della L.R. 39/2005;
- SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) ai sensi dell'art. 135 della L.R. 65/2014 e s.m.i., per gli impianti di cui all'art. 16 della L.R. 39/2005;  

La domanda, che varia in base alla tipologia, dimensione e potenza dell’impianto previsto, deve essere formulata sull’apposita modulistica comunale. Sia i moduli che i bollettini per il versamento alla Tesoreria comunale sono disponibili presso l'Ufficio Urbanistica e l'Ufficio Relazioni con il Pubblico.
I modelli di cui sopra sono disponibili alla sezione modulistica della presente pagina.

Oltre la modulistica (Comunicazione attività edilizia libera, PAS o SCIA, a seconda dell'intervento) è richiesta la seguente documentazione:
- attestazione del versamento dei diritti tecnici e di segreteria (nel caso di presentazione PAS o SCIA);
- elaborati progettuali indicati nella modulistica specifica;
- eventuali pareri, nulla osta o atti di assenso comunque denominati necessari per l'esecuzione dei lavori;
- autorizzazione paesaggistica, oppure apposito parere di esclusione dalla stessa ai sensi dell'art. 149 D.Lgs 42/04 e s.m.i. espresso dalla Commissione per il Paesaggio, nel caso in cui l'intervento intressi aree soggette a vincolo paesaggistico.

Costi

Per interventi di installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili di energia è possibile utilizzare la seguente modulistica:
- Comunicazione di inizio lavori per attività edilizia libera ai sensi dell'art. 136 della L.R. 65/2014 e s.m.i, art. 6 del D.P.R. 380/01 per gli impianti di cui agli artt. 17 commi 2, 3, 4, 7.
- Comunicazione di inizio lavori asseverata per attività edilizia libera ai sensi dell’art. 136 comma 2, lett. a, art. 6 del D.P.R. 380/01 per gli impianti di cui agli artt. 17 commi 5 e 6.
- PAS (procedura abilitativa semplificata) ai sensi dell'art. 6 del D.Lgs 28/2011 e s.m.i e ai sensi dell’art. 16bis della L.R. 39/2005;
- SCIA (segnalazione certificata di inizio at tività) ai sensi dell'art. 135 della L.R. 65/2014 e s.m.i., per gli impianti di cui all'art. 16 della L.R. 39/2005;  

La domanda, che varia in base alla tipologia, dimensione e potenza dell’impianto previsto, deve essere formulata sull’apposita modulistica comunale. Sia i moduli che i bollettini per il versamento alla Tesoreria comunale sono disponibili presso l'Ufficio Urbanistica e l'Ufficio Relazioni con il Pubblico.
I modelli di cui sopra sono disponibili alla sezione modulistica della presente pagina.

Oltre la modulistica (Comunicazione attività edilizia libera, PAS o SCIA, a seconda dell'intervento) è richiesta la seguente documentazione:
- attestazione del versamento dei diritti tecnici e di segreteria (nel caso di presentazione PAS o SCIA);
- elaborati progettuali indicati nella modulistica specifica;
- eventuali pareri, nulla osta o atti di assenso comunque denominati necessari per l'esecuzione dei lavori;
- autorizzazione paesaggistica, oppure apposito parere di esclusione dalla stessa ai sensi dell'art. 149 D.Lgs 42/04 e s.m.i. espresso dalla Commissione per il Paesaggio, nel caso in cui l'intervento intressi aree soggette a vincolo paesaggistico.

Normativa di riferimento

- D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380
- Legge regionale 65/2014
- Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 115
- DM 10 settembre 2010 - Linee Guida nazionali sulle fonti rinnovabili
- Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n. 28
- Legge regionale 24 febbraio 2005 , n. 39
- Legge regionale 21 marzo 2011, n. 11
- Delibera Consiglio Regionale n. 68 del 2011 Individuazione zone non idonee ai sensi dell’art 7 della L.R. 11/2011
- Delibera Consiglio Regionale n. 15 del 11.02.2013 criteri e modalità installazione impianti fotovoltaici a terra e posti su frangisole ai sensi dell’art. 205 quater comma 3 L.R.01/2005
- D.Lgs. n. 42/04
- Regolamento urbanistico vigente
- Art. 179 del Regolamento Edilizio del Comune di Fiesole

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *