Tu sei qui: Home »  notizia
Cerca:


27/07/2020
Voto all'estero (referendum Costituzionale)

Italiani residenti all’estero o temporaneamente all’estero

I cittadini italiani residenti all’estero, iscritti nelle liste elettorali, possono VOTARE PER POSTA.

È POSSIBILE IN ALTERNATIVA, PER GLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO ED ISCRITTI ALL’AIRE, SCEGLIERE DI VOTARE IN ITALIA PRESSO IL PROPRIO COMUNE DI ISCRIZIONE ELETTORALE, comunicando per iscritto la propria scelta (OPZIONE) al Consolato entro martedì 28 luglio 2020.

Se si sceglie di rientrare in Italia per votare, la Legge NON prevede alcun tipo di rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma solo agevolazioni tariffarie all’interno del territorio italiano. Per eventuali agevolazioni consultare il sito del Ministero dell'Interno

Elettori temporaneamente all’estero 

Dal 2017 possono votare per corrispondenza anche gli elettori che, nei giorni delle elezioni/referendum non si trovano in Italia. L’elettore che si trova all’estero deve presentare opzione di voto per corrispondenza al comune d'iscrizione nelle liste elettorali entro il 19 agosto 2020. L'opzione dovrà pervenire al comune:

  • per posta  - all’indirizzo “Comune di Fiesole - Ufficio Elettorale, Piazza Mino 24 50014 Fiesole;
  • per posta elettronica certificata – all’indirizzo comune.fiesole@postacert.toscana.it
  • oppure potrà essere recapitata a mano al protocollo anche da persona diversa dall'interessato.

La dichiarazione di opzione, in carta libera e corredata di copia di un documento d'identità valido dell'elettore, deve contenere l'indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale ed una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di cui al comma 1 del citato art. 4-bis, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. In allegato il modulo di opzione predisposto dal Ministero
Può presentare opzione di voto per corrispondenza come temporaneo all'estero per motivi di lavoro, studio e cure mediche anche chi risulta residente all'estero nel territorio di altra sede consolare, ovvero chi svolge il Servizio civile all'estero.