Tu sei qui: Home »  notizia
Cerca:


12/11/2020
Decreto Ristori bis Sintesi delle principali misure a sostegno dell'economia

Bar, Pasticcerie e gelaterie; ampliamento contributo a fondo perduto

Il contributo già previsto dal Dl Ristori è aumentato di un ulteriore 50% per gli operatori economici titolari di gelaterie, pasticcerie, bar e alberghi.

I contributi previsti dal Decreto Ristori (art.1 DL 137/20) sono ampliati con l’introduzione di nuovi codice

ateco beneficiari (attraverso la sostituzione dell’Allegato 1, qui aggiornamento).

Art.1

Terzo settore, fondo straordinario

Stanziamento di 70 milioni di euro per l'anno 2021 per interventi in favore delle organizzazioni di volontariato

iscritte nei registri regionali. Con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali saranno stabiliti i

criteri di ripartizione delle risorse del fondo tra le Regioni.

Art. 15

Ristoranti, Ires -Irap, proroga del termine per il secondo acconto

Proroga al 30 aprile 2021 del pagamento della seconda o unica rata dell’acconto di Ires e Irap per i soggetti

che esercitano attività di ristorazione nelle zona arancione, nonché per le attività economiche (con codici

ATECO riportati negli Allegati 1 e 2 del presente Decreto) con sede operativa o domicilio fiscale in zona

rossa (per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale).

Art.6

Lavoratori sportivi, indennità

Per l’erogazione dell’indennità già prevista dal Decreto Ristori, si considerano cessati a causa dell’emergenza

epidemiologica tutti i rapporti di collaborazione scaduti alla data del 31 ottobre 2020 e non rinnovati.

Art. 28

Sospensione versamenti tributari

Per i soggetti che esercitano le attività economiche sospese dall’art. 1 del Dpcm 3 novembre 2020 con sede

su tutto il territorio nazionale e per le attività di ristorazione ubicate nelle zone arancioni e rosse, nonché

per i titolari di attività alberghiera, agenzia viaggio, tour operator e le attività dell’Allegato 2 ubicate nelle

sole zone rosse, sono sospesi i termini che scadono nel mese di novembre relativi all'addizionale regionale,

comunale e ai versamenti Iva. I versamenti sospesi sono effettuati entro il 16 marzo 2021 (senza interessi e

con possibilità di rateizzazione fino a 4 rate mensili con prima rata entro il 16/03/2021).

Art. 7

Sospensione versamento dei contributi previdenziali

La sospensione del versamento dei contributi previdenziali dei dipendenti relativi al mese di novembre 2020,

già prevista del Dl Ristori, si applica in favore dei datori di lavoro privati dei soli settori di cui all’Allegato 1.

E’ inoltre sospeso il pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali di novembre 2020 per tutti i datori

di lavoro privati con sede in zona rossa. I pagamenti potranno essere effettuati in un’unica soluzione entro il

16 marzo 2021 o in quattro rate con il pagamento della prima entro tale data.

Art.11

Per la filiera agricola della pesca e dell'acquacoltura, l’esonero dei contributi previdenziali di cui all’art.16 Dl

Ristori è riconosciuto anche per il mese di dicembre 2020.

Art.21

Mercato ortofrutticolo

Erogazione di un contributo a beneficio dei produttori ortofrutticoli di importo pari alla differenza tra

l'ammontare del fatturato del periodo da marzo a luglio 2019 e l'ammontare del fatturato dello stesso

periodo dell'anno 2020. Il contributo è ripartito secondo le modalità definite da decreto ministeriale.

Art.22

Cig, assegno ordinario, cassa integrazione in deroga

Sono prorogati al 15 novembre 2020 i termini per l’invio delle domande di accesso ai trattamenti collegati

all’emergenza Covid- 19.

Art. 12

Partite IVA, contributo a fondo perduto

Con la stessa procedura del DL Rilancio, si prevede l’erogazione direttamente sul conto corrente bancario

o postale a beneficio dei i titolari di partita IVA nei settori di cui all’Allegato 2 (commercio al dettaglio di

determinate categorie merceologiche) con sede operativa o domicilio fiscale in zona rossa. Il valore del

contributo è calcolato in relazione alle percentuali riportate nell'Allegato 2 del decreto.

Art.2

Credito d’imposta sugli affitti

Il credito d’imposta sugli affitti, già previsto dal Dl Rilancio, viene esteso per le categorie interessate dalle

restrizioni (Allegato 2) con sede operativa o domicilio fiscale in zona rossa, ai mesi di ottobre, novembre e

dicembre ed allargato alle imprese con ricavi superiori ai 5 milioni di euro. Il beneficio riguarda le imprese

che hanno registrato un calo del fatturato di almeno il 50% nei mesi in questione rispetto ai corrispondenti

mesi del 2019 ed è cedibile al proprietario dell’immobile locato.

Art.4

Imu, cancellazione seconda rata

Le categorie interessate dalle misure di contrasto all’emergenza Covid (con codici ATECO

riportati nell’Allegato 2 del Decreto in esame) non dovranno corrispondere la seconda rata

dell’Imu per gli immobili e le pertinenze in cui svolgono le proprie attività ubicate in zone rosse.

Le minori entrate sono ristorate con il Fondo di cui all'articolo 177, comma 2, del decreto-legge 19 maggio

2020, n. 34 ampliato di ulteriori 31,4 milioni per il 2020.

Art.5

Bonus baby sitting

I lavoratori autonomi delle zone rosse, genitori di alunni delle scuole secondarie di primo grado con attività

didattica in presenza sospesa, hanno diritto a fruire di uno o più' bonus per l'acquisto di servizi di babysitting

nel limite massimo complessivo di 1000 euro. La fruizione del bonus è riconosciuta alternativamente

ad entrambi i genitori, nelle sole ipotesi in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità

agile, ed è subordinata alla condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di

strumenti di sostegno al reddito.

Art.14

Congedo per i genitori

Nelle zone rosse in cui è prevista la chiusura delle scuole secondarie di primo grado e nelle sole ipotesi in

cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità agile, è riconosciuta alternativamente ad

entrambi i genitori la facoltà di astenersi dal lavoro per l’intera durata della sospensione dell’attività didattica

in presenza. Per i periodi di congedo fruiti è riconosciuta un'indennità pari al 50% della retribuzione.

Art.13

Trasporto pubblico locale

Il Fondo previsto dal DL 34/2020 è incrementato di 300 milioni di euro per l'anno 2021. Tali risorse possono

essere utilizzate, nel limite di 100 milioni di euro, per servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e

regionale per fronteggiare le esigenze di trasporto conseguenti all'attuazione delle misure di contenimento

alla diffusione del COVID-19. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti saranno definite le

quote da assegnare a ciascuna regione.

Art.27

Dati emergenza epidemiologica
Il Ministero della salute, con frequenza settimanale, pubblica sul proprio sito istituzionale e comunica ai
Presidenti di Camera e Senato, i risultati del monitoraggio dei dati epidemiologici di cui al decreto del
Ministro della salute 30 aprile 2020 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 112 del 2 maggio 2020