Tu sei qui: Home »  notizia
Cerca:


03/02/2020
Contrasto alla “processionaria”: gli obblighi di chi possiede alberi

I nidi che si trovino in aree di verde pubblico devono essere segnalati agli uffici comunali.

La processionaria del pino è un insetto appartenente al gruppo dei lepidotteri che allo stato di larva e nel periodo invernale vive in nidi costituiti da filamenti fino al termine del periodo freddo. A fine marzo, inizio aprile, indicativamente, le larve abbandonano il nido scendendo in lunghe file (da qui il nome) per raggiungere il luogo in cui formare la crisalide.
Il numero di questi lepidotteri è in aumento negli anni recenti, così come i problemi igienico-sanitari ad essi collegati. Negli ultimi stadi della loro crescita le larve di processionaria sono infatti provviste di peli urticanti, che possono essere trasportati dal vento e depositati sulla pelle, oppure essere respirati causando reazioni infiammatorie anche gravi, soprattutto per i bambini o gli animali da compagnia che ne vengano a contatto.

E' necessario quindi che i proprietari di alberi su cui si riscontri la presenza di nidi intervengano per la loro rimozione e distruzione.
Per questo motivo disposizioni della Regione Toscana, riprese in una ordinanza comunale, richiedono a tutti i proprietari di aree verdi e agli amministratori di condominio di effettuare tutte le opportune verifiche ed ispezioni sugli alberi di pino presenti nelle loro proprietà, al fine di accertare la presenza dei nidi di processionaria. Nel caso venisse riscontrata la presenza di nidi dell'insetto, i proprietari dovranno intervenire con la rimozione e la distruzione degli stessi, rivolgendosi a ditte specializzate.
 


Allegati