Accesso civico "generalizzato" concernente dati e documenti ulteriori

Il diritto di accesso civico "generalizzato" consiste nel diritto, da parte di chiunque, di accedere a dati e documenti detenuti dall'Amministrazione, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria.

 

Il Responsabile del procedimento di accesso generalizzato è il Responsabile del Dipartimento di cui fa parte l'ufficio che detiene i documenti o i dati o altro dipendente dallo stesso delegato con apposito provvedimento.

Per i contatti, accedere attraverso i singoli link presenti in Struttura Organizzativa

 

La richiesta deve essere indirizzata al Responsabile del Dipartimento di cui fa parte l'ufficio che detiene i dati e i documenti e all'URP, compilando il modulo in allegato, ed è trasmessa secondo le modalità di cui all'art. 29 dell'allegato Regolamento Comunale in materia:

 

- per via telematica (sottoscrizione mediante firma digitale o firma elettronica qualificata; ovvero sottoscrizione dell'istanza con allegata copia di documento di identità; ovvero trasmissione tramite la propria casella di posta elettronica certificata purché le credenziali di accesso alla propria casella siano state rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio);

- a mezzo posta, fax o direttamente presso il protocollo generale del Comune, allegando copia di documento di identità salvo che la richiesta non sia sottoscritta dall'interessato in presenza del dipendente addetto al ricevimento che provvede all'identificazione.

Recapiti:

Pec: comune.fiesole@postacert.toscana.it

Fax: 055/59045

Indirizzo: Piazza Mino 24/26 - 50014 Fiesole (FI)

 

Avverso il diniego o la mancata risposta i richiedenti, ovvero i controinteressati nel caso di accoglimento della richiesta, possono presentare richiesta di riesame al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza (art. 38 dell'allegato Regolamento Comunale in materia).

Avverso la decisione del Responsabile del procedimento, ovvero del Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza nel caso di richiesta di riesame, il richiedente, ovvero il controinteressato nei casi di accoglimento della richiesta, possono proporre ricorso al TAR o, in alternativa, al Difensore Civico Regionale ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 116 del C.P.A. - D. Lgs. n. 104/2010 (art. 39 dell'allegato Regolamento Comunale in materia).

Ultima modifica: 11/10/2017